Festa della mamma

Grazie

 

Talvolta

il fardello

di pene e di angosce giornaliere

sembra diventare

sempre più pesante,

quasi insostenibile.

 

Il mondo mi appare amaro

e  le persone ostili

allora il cuore

si fa triste

come una landa

nella stagione invernale.

 

In questi momenti

per fuggire

la disperazione opprimente

che mi assale,

mi avvolgo su me stessa

e desidero implodere

come una stella morente

per scomparire, per sempre,

nell’eterna oscurità dello spazio.

 

Riesco a ritrovare

la serenità e la gioia di vivere

quando

mi doni, mamma,

come negli anni lontani,

i tuoi baci,

le tue carezze amorevoli

e mi lasci cullare

tra le tue rassicuranti braccia all’infinito.

Cristina

3° Premio Concorso Letterario Europeo

“Città di Amsterdam” Luglio 2010

 

mamma_ti_voglio_bene.jpg

 

Festa della mammaultima modifica: 2010-05-08T18:06:00+00:00da scuola9
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento